Cucinare per passione

cream, orange cream, oranges-2341155.jpg

LediLella

LediLella: no, non è esattamente il mio nome. In realtà mi chiamo Raffaella, ma sin da piccola mi chiamano Lella.

Sono salentina, nata in provincia di Lecce e cresciuta in un paesino che si affaccia sul mare; dopo la laurea in Lettere classiche conseguita presso l’Università del Salento, mi sono trasferita per lavoro a Lecco.

“Perché proprio Lecco?” mi chiedevano alcuni appena arrivata, “beh, Lecce, Lecco, cambia solo la vocale!”, rispondevo scherzando. In realtà le differenze erano e sono enormi, ma queste sono diventate le mie città, la prima, quella del cuore, quella dove ci sono le mie origini, quella che mi ha trasmesso valori, tradizioni, che mi ha fatto diventare la persona che sono; la seconda, quella che mi ha reso indipendente, che mi ha regalato esperienze, che mi ha fatto conoscere colleghi, amici e, soprattutto, l’amore.

“LediLella” è nato pensando a questo, alle due città ormai mie e alle lettere che uniscono i nostri nomi LEcce, LEcco, LElla.

Sono una creativa, amo l’arte, la letteratura, la poesia, il mare, la natura, la famiglia e le tradizioni. E amo cucinare e mangiare bene.

I piatti che vi propongo sono quelli che si preparavano in casa mia e che io continuo a preparare, i piatti della tradizione, ma anche altri, proiettati verso l’innovazione e una nuova idea di cucina.

Se vi piacciono, provate a rifarli nelle vostre case, sarà come stare insieme. Dunque…aggiungete un posto anche per me :)

La mia passione per la cucina

Da quando ero piccola piccola ho gustato i piatti tipici della mia terra grazie a mia nonna Iolanda. Lei era principalmente una bravissima sarta, ma sapeva fare tante cose:

  • aveva uno straordinario pollice verde, con lei fioriva anche un filo d’erba;
  • guidava, infatti ha sfrecciato per le strade del paese fino all’età di 84 anni e per questo la chiamavano la “nonna sprint”;
  • amava viaggiare, ha iniziato a farlo quando in pochi lo facevano, soprattutto le donne;
  • ma quello che le ha fatto meritare da parte di noi nipoti il titolo di “nonna migliore del mondo” erano i suoi manicaretti che generosamente elargiva a figli, nipoti, amici e a tutto il vicinato: pane, pasta, friselle, taralli, torte, biscotti, gnocchi, mustaccioli e chi più ne ha più ne metta. Un tripudio di gusto e colori.

Con lei la mia infanzia e la mia adolescenza sono state bellissime e piene di prelibatezze. Mi ha insegnato tante cose, era rilassante cucinare con lei, con mia madre e con mia sorella per preparare i dolci e i piatti tradizionali delle feste.

Una conoscenza che al Sud si tramanda di generazione in generazione e che non deve essere persa, ma deve essere custodita e fatta conoscere al mondo. Ed è quello che spero di fare con il mio blog.

Le ricette della tradizione salentina di nonna Iole e le mie ricette rivisitate, più moderne e in qualche caso più semplici da realizzare le trovate qui, in questo spazio virtuale, che spero vi piaccia, dove potremo dialogare e scambiarci consigli, ricette e dritte per portare sulle nostre tavole dei piatti belli, sani, colorati, ma, soprattutto, golosissimi. Io cucino e posto, voi seguitemi, se volete, e cucinate con me.

Cos’è la cucina per me:

Relax

Creatività

Divertimento

Colore

Passione

Amore

La cucina è il luogo della casa che amo di più, ti dice tanto sulla padrona di casa, ti racconta storie famigliari, racchiude ricordi, profumi, aromi, è lo spazio in cui il tempo rallenta la sua corsa e siede a tavola con le persone che lo occupano. Adoro stare in cucina…e voi?

E poi, diciamolo, cucinare è un atto d’amore e la cucina è un cuore che batte.

pie, nanuk, background-5026612.jpg
it_ITItaliano
Verified by MonsterInsights